Al via le prime qualifiche a Magione

Una tappa sicuramente difficile quella di Magione, una tappa che si accavalla con quella di Vallelunga del 18 settembre. Purtroppo ci possono essere delle variazioni ai calendari e non sempre si riesce a sistemare al meglio. Più di qualcuno ha quindi approfittato della prova utilizzabile come scarto e si prepara a rientrare per le ultime due tappe mentre si registrano nuovi ingressi assolutamente interessanti.

Fuori causa ma con ampie giustificazioni Danilo Russo, a cui tutti i piloti hanno inviato gli auguri più sinceri in attesa che si riprenda dal volo in moto su strada, un po’ meno ampie invece quelle di Giorgio Polidori che ha preferito Miami a Perugia…assente pure Arturo Anzaloni per motivi di lavoro, gli effetti delle ferie hanno tenuto lontano pure il siciliano Costanzo e l’emiliano Greggi. Alle prese con una stagione “faticosa” in termini logistici ed economici, Seba ha tirato il fiato per questo week end mentre per Francesco Greggi problemi di moto ne hanno impedito la partecipazione.

_DSC8351

Attenzione però a chi arriva, a partire da Michele Vari che proprio a Magione in occasione della prova extra trofeo di luglio si era riaffacciato nella BotT. Il pilota di Colleferro con i colori del BRT prototipi ha messo in mostra bei numeri e ci sarà da divertirsi nel confronto sia con gli altri partecipanti della Oltre, i veloci D’Amico, Tinti, Castellani, i giovani Cafolla e Costa, il più esperto Nostini, sia con chi ha appena staccato la licenza 2016 per essere qui, Fabrizio De Noni e Carlo Corradini. Due vecchie volpi, assolutamente pronte a gettarsi nella mischia, Corradini in particolare nella 1 con la Bimota di Luca Bassetto costretto al forfait per motivi di lavoro. Sulla sua strada un “figlio d’arte”, Paolo Arioni che ha già tirato fuori i denti in diversi Trofei, Stefano Cicchinelli per la Megabike, Pino Vocaturi, all’esordio (si dice) sulla 744 Rosmoto, il “grugno” Mattia Sala e l’alfiere del BRT Pigliacelli.

cropped-MG_1582.jpgTutto invariato invece nella BotT2 e 3 dove i soliti noti si dovranno giocare punti preziosi per il finale di stagione: il romano Bentivoglio in compagnia del siculo Siracusa, del piemontese Scanavino e del toscanaccio Angiolini sembra avere le carte in regola cosi come nella 2 si presenta bene Barilati che avrà comunque il suo daffare contro Rossano Gualandi.

vari per web 2Per la serie invece assenti da più prove, chissà che il Rosmoto non regali una sorpresa a tutti con il ritorno del “dito ferito” al secolo Francesco Vernarelli e il compagno di squadra Alessandro Trigila, o che magari si schieri lo stesso Rosboch. Sul circuito di Valle non dovrebbe mancare quindi la Buell di Stefano Galiano e forse avremo anche la Paul Smart del sempre verde Francesco Contigliozzi, mentre in sospeso altre partecipazioni quali quella del greco Melemenis piuttosto che del bolognese Giuffrida con la Scrambler ed ancora le Monster della The Bike per la guida di Vailati e Consalvi. Alla prossima puntata….

 

 

Social

    

Archivio