GRIGLIA DI PARTENZA, GIOCHI FATTI PER LA TAPPA UMBRA

Seconda sessione di prove ancora tutta per Ivano Pigliacelli che strappava la pole con un 1’15” quasi netto e si ripeteva in più tornate sempre sul passo dell’1 e 15.

 Pino Vocaturi invece preferiva non prendere il via alla seconda sessione cosi come Massimo Barilati: per l’alfiere della MorettiVrex1 la seconda posizione agguantata al mattino diventava una terza piazza in virtù dell’attacco di De Noni, primo della Oltre con la BRTPrototipi, mentre Barilati rimaneva il pole man della 2 davanti ad un Rosboch sempre più a suo agio sulle curve di Magione cosi come Rossano Gualandi su Ducati.

Perdeva quindi una posizione Michele Vari sulla sua 749 mentre ne guadagnava una il giovane Paolo Arioni: entrambi alle prese con qualche problemino fisico, se non altro nel pomeriggio la situazione sembra volgere decisamente al meglio con crono in miglioramento. Seconda sessione positiva anche per il rookie Cristofer Costa su 848 e per Marco D’Amico della MDM con una terza piazza nella Oltre davanti a Fabrizio Tinti e Francesco Castellani: i due portacolori del Pregnocorse preferivano infatti trovare il giusto assetto per la gara e quindi non spingevano più di tanto.

Si ripeteva invece Carlo Corradini per la Iron Bike su Bimota, con tempi sostanzialmente in linea tra mattino e pomeriggio ed una ottava piazza assoluta e quarta per la BotT1. Lo stesso dicasi per il giovane pilota di Latina Luca Cafolla che cercava il miglior assetto sfruttando i suggerimenti di Mr Castegini.

Social

    

Archivio